Valutazione e feedback

Parte la sperimentazione dei monopattini a Teramo

Sperimentazione con 400 mezzi in molti punti della città
Data di pubblicazione: 06 August 2021

Descrizione

“Un punto di partenza sul quale  vogliamo continuare a investire, così come su tutti gli altri sistemi di mobilità sostenibile” Queste le parole del Sindaco Gianguido D’Alberto per avviare la sperimentazione dei monopattini in città, per la quale decisiva è stata l’attività dell’assessore Maurizio Verna. 
Grazie alla collaborazione con due aziende leader del settore, sono disponibili 400 monopattini elettrici che potranno essere noleggiati e rilasciati all’interno dell’area preposta alla circolazione, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.
Le aziende che forniranno i mezzi sono la BIRD e LINK.
Bird, leader globale nel settore della micro-mobilità, è presente in oltre 250 città nel mondo e 20 in Italia, e debutta in Abruzzo proprio a Teramo. Per utilizzare il servizio è necessario scaricare e installare su smartphone l’app ‘Bird’. Per sbloccare il veicolo selezionato, è sufficiente inquadrare il QR code visualizzato sul manubrio; per rilasciarlo a destinazione raggiunta, è necessario scattare una foto per dimostrarne il corretto posizionamento.  La tariffa del servizio è basata su costo di sblocco del mezzo (1.00€) e sul costo di utilizzo al minuto (0.25€). L’app Bird consente inoltre di prevenire eventuali atti vandalici e parcheggi inappropriati attraverso la funzionalità “Community Mode” che incentiva un utilizzo dei monopattini elettrici rispettoso delle regole e del decoro cittadino. “La missione di Bird è aiutare a rendere le città più vivibili riducendo il traffico e le emissioni causate dai comuni mezzi di trasporto. Siamo molto contenti di essere tra i primi operatori autorizzati dall’amministrazione comunale e dell’impegno che dimostra a favore del territorio – osserva Cristina Donofrio, General Manager di Bird Italy – Aprendo alla micro-mobilità permetterà ai cittadini di percorrere quei tragitti per cui viene ancora utilizzata l’auto con una soluzione più rispettosa dell’ambiente e in grado di migliorare la viabilità e la qualità dell’aria”.
I 200 veicoli LINK, sono progettati da Superpedestrian tech company leader nella micromobilità nata al MIT di Boston. Tutti sono dotati del manubrio e della pedana più larghi del settore per garantire maggiore stabilità, un sistema triplo di frenata con freno motore elettrico a supporto degli altri due a tamburo, sensori di rilevazione per il funzionamento delle luci e ammortizzatore frontale. Integrato al monopattino, il sistema VIS (Vehicle Intelligent Safety), in grado di eseguire oltre 1.000 controlli al secondo sullo stato di salute del veicolo durante la corsa, monitorando e mettendo a punto le prestazioni in tempo reale. Anche in questo caso, per utilizzare il veicolo, basta scaricare una app: ‘LINK’ disponibile per iOS e Android. Il costo della corsa è di 0.50 centesimi allo sblocco e 0.19 centesimi al minuto. “Il piano di espansione in Abruzzo continua con successo. Superpedestrian ha aperto in poco meno di un mese a Giulianova, Silvi e Tortoreto, adesso anche la città di Teramo potrà usufruire di questo innovativo servizio di micro mobilità – ha dichiarato Matteo Ribaldi, Public Policy e Business Development Manager di LINK Italia. “Siamo orgogliosi di portare i nostri monopattini nel capoluogo abruzzese, nonché città universitaria, per garantire agli utenti l’utilizzo del servizio in totale sicurezza grazie alla solidità e alle caratteristiche tecnologiche dei nostri veicoli. Grazie a LINK, cittadini, turisti e studenti potranno percorrere la città da un'estremità all'altra – soprattutto in occasione dell’imminente stagione estiva – e godere dei suoi bellissimi paesaggi naturali e del suo importante patrimonio artistico e culturale”. 
“E’ chiaro che dobbiamo assumere l’impegno, come stiamo facendo, - conclude il Sindaco D’Alberto - di creare un tessuto stradale adeguato che faciliti questo tipo di mobilità. In questo momento è importante che venga fatta questa sperimentazione per due ragioni: perché c’è in campo una serie di progettazioni avanzate per i percorsi sostenibili in città: MOVETE, piste ciclabili, ciclopedonali, ecc;  poi perché in questo momento  dove Teramo sta riscoprendo la sua vocazione turistica  e culturale, questi strumenti diventano un elemento per facilitare le visite dei turisti stessi, per renderle più leggere e piacevoli”.

Galleria fotografica

Ufficio di riferimento

Viabilità e trasporti – Opere di urbanizzazione

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

2021-08-06 14:29:55