Valutazione e feedback

Sito archeologico Teatro romano

Sito archeologico Teatro romano
Area di riferimento:
Polo Museale Città di Teramo
Sito archeologico Teatro romano

Cosa fa

Il teatro, costruito probabilmente nella prima età augustea, era stato inglobato in costruzioni successive e solo a partire dal 1926 è stato in parte riscoperto e restaurato.

Le gradinate della cavea, che aveva un diametro di m 78, potevano accogliere circa tremila spettatori; erano rette da una struttura in opera cementizia racchiusa da un doppio anello di pilastri in blocchi lapidei. Il prospetto esterno ad arcate aveva probabilmente un secondo ordine sopra quello conservato; dal corridoio perimetrale, coperto da volta a botte continua, si dipartivano 21 settori radiali a cuneo, anch'essi in blocchi di pietra nel tratto addossato ai pilastri, ma in opera cementizia come le volte nel tratto più interno.

Sei scale di accesso conducevano alla parte superiore della cavea, forse divisa in due settori, di cui l'inferiore con cinque cunei separati da scalette, individuabili da qualche elemento ancora sul posto. Dell'orchestra rimane, lungo il bordo della cavea, una piccola parte della pavimentazione in lastre di travertino, con canaletti forse per una transenna; è visibile solo uno dei due accessi tra il muro laterale di sostegno della cavea e l'edificio scenico.

Di quest'ultimo, in parte ancora inesplorato, rimangono poche tracce sufficienti, tuttavia, a riconoscere la presenza dello schema consueto della fronte (frons scaenae), con un'ampia esedra centrale semicircolare e due rettangolari ai lati con porte.

Dinanzi al frontescena, di cui numerosi frammenti suggeriscono la ricca decorazione, si estendeva sino all'orchestra il proscenio (pulpitum), con una fronte rettilinea, alta circa m. 1,30, articolata da nicchie. I frammenti  decorativi architettonici della  frons scaenae hanno consentito una parziale ricostruzione dell'angolo orientale della grande esedra centrale: lo spigolo è occupato da un semipilastro angolare di cui rimane la parte superiore con l'elaborato capitello corinzio.

Si conserva anche il settore corrispondente dell'architrave e della cornice, quest'ultima decorata a mensole che separano cassettoni con elementi floreali o armi. Certamente pertinenti allo stesso sistema decorativo, oltre a numerosi elementi di cornici analoghe ad andamento rettilineo e curvilineo, sono alcune basi di colonne (simile doveva essere la base della lesena angolare), da immaginare forse dinanzi alle esedre laterali.

L'altezza totale del rivestimento architettonico è di circa  m. 12; non si può escludere la presenza di un secondo ordine, tale da portare la scena alla stessa altezza del prospetto esterno (praecinctio) della cavea, secondo la tipica concezione del teatro romano inteso come struttura architettonicamente unitaria. 

Struttura

Tipologia organizzazione
Altro tipo
Assessore/i di riferimento

Contatti

Sede principale
Via Vincenzo Irelli, Teramo, TE, Italia
CAP
64100
Orari per il pubblico

L'Ufficio del Polo Museale, Largo San Matteo - L'Arca- nei giorni e negli orari di seguito indicati: 

dal lunedì al venerdì                      10:00 - 13:00

martedì e giovedì                           15:30 – 17:00

Tel.: +39 0861 324602

Posizione sulla cartina
Riferimento telefonico
+39 0861 324602

Documenti

Allegati

Il Teatro romano è chiuso per lavori.

Ulteriori informazioni

URP (Ufficio Relazioni con il Pubblico) - Via A. De Benedictis, 7
Parco Della Scienza,
64100 Teramo TE

Tel.: +39 0861 324200

Data creazione
24 March 2021

Ultimo aggiornamento
2024-05-29 12:23:42