Ti trovi in:  Home  » Servizi  » Modulistica  » Piano Casa (L.R. 16/2009)

Piano Casa (L.R. 16/2009)

Descrizione

Il Comune dispone misure volte a migliorare la qualità abitativa attraverso la riqualificazione del patrimonio edilizio esistente, definendo le modalità e dei termini di attuazione della L.R. n°16/2009 avente ad oggetto gli “Interventi a sostegno del settore edilizio.
Al tal fine è previsto che gli edifici esistenti possano essere oggetto di interventi che prevedano una misura premiale in relazione alle fattispecie di ristrutturazione come indicate dal relativo regolamento di attuazione.
Tali misure premiali sono variando dal 20% al 35% di aumento in termini di volume o di superficie. In ogni caso sono ammessi interventi per una superficie di ampliamento fino a 9 metri quesdrati. Le istanze relative alle richieste di titolo abilitativo aventi carattere di straordinarietà, devono essere presentate entro e non oltre 24 mesi dalla scadenza del termine perentorio indicato dall’art.12, comma 1, della Legge Regionale.
La possibilità di ampliare gli edifici esistenti è limitata alle unità immobiliari ultimate alla data del 31 marzo 2009 in forza di titolo abilitativo rilasciato nelle forme di legge. Per unità immobiliare ultimate devono intendersi immobili per i quali, alla data del 31 marzo 2009, sia stata acquisita al protocollo del Comune la dichiarazione di fine lavori. In mancanza potrà essere presentata una dichiarazione giurata del Direttore lavori attestante la data di fine lavori.
Gli interventi di cui al presente Regolamento sono altresì subordinati all’esistenza di opere di urbanizzazione primaria ovvero al loro adeguamento in ragione del maggior carico urbanistico connesso al previsto aumento di superficie degli edifici esistenti. L’adeguamento dovrà essere effettuato dal richiedente il titolo abilitativo con le procedure di cui all’art. 32 comma 1 lett. g) del D.Lgs n°163/2006 in vigore.
Gli interventi di ampliamento previsti al successivo art.6 sono consentiti, nelle zone classificate a rischio sismico 1 e 2, soltanto per gli edifici dotati della “certificazione antisismica”, qualora realizzati successivamente all’attribuzione della suddetta classificazione. Nel caso di edifici realizzati anteriormente al suddetto termine la richiesta di rilascio del titolo abilitativi dovrà essere corredata di apposita  asseverazione sostitutiva della “certificazione antisismica”, sottoscritta da tecnico abilitato.
Al fine di agevolare l’attuazione della disciplina in oggetto, la “certificazione antisismica” citata al comma 4 del presente articolo si identifica con il certificato di cui all’art.62 D.P.R. n°380/2001 e ss.mm.ii. e che, per il combinato disposto degli artt.1 ed 11, comma 3, L.R. n°16/2009, costituisce adempimento obbligatorio e necessario nella generalità degli interventi realizzati ai sensi del Regolamento in esame.
Per gli edifici realizzati in zone classificate a rischio sismico in difformità della normativa antisismica, gli ampliamenti di cui al successivo art.7 sono consentiti esclusivamente a condizione che l’intero edificio sia adeguato alla suddetta normativa.
Sono comunque esclusi tutti gli interventi in contrasto con le disposizioni contenute nella L.R. n°16/2009 e dal relativo regolamento di attuazione.

Requisiti di accesso

Proprietà o disponibilità del fabbricato oggetto di intervento.

Normativa di riferimento

Legge Regionale 19 agosto 2009, n.16;

Regolamento di attuzione approvato con deliberazione del COnsiglio Comunale 21 dicembre 2009, n.42.

Modulistica
A chi bisogna rivolgersi

aaa

counter
Ufficio di riferimento

Ricerca nel sito

Banner

Incontri in Pinacoteca
Microzonazione Sisimica
Teatro Romano
Quale futuro per la Carlo Febbo
Censimento permanente della popolazione 2018 - 2021
Piano di protezione civile ed emergenza comunale
Danni sisma
I.M.U. Imposta Municipale Unica
Calcolo I.U.C.
DEFINIZIONE AGEVOLATA  DELLE INGIUNZIONI DI PAGAMENTO
Elezioni amministrative 2018
Scopri i nuovi servizi online
Albo Online
S.U.A.P. - Sportello Unico per le Attività Produttive
Sportello Unico per l'Edilizia
CDU online
S.I.T. - Sistema Informativo Territoriale
Scuola Online
Polizia Municipale
Gara Te.Am.
Invia una mail al soggetto titolare dei poteri sostitutivi in caso di inerzia della P.A
Premio Teramo
Primi in trasparenza: controlla anche tu!!!
Quartiere San Giorgio e via Mario Capuani
Riferimenti fatturazione elettronica
Cambio di residenza
Servizio Fornitori
Pratiche on line
Ordinanze e Decreti Sindacali
Posta Elettronica Certificata
Inventario Archivio Storico Comunale
Mobilità & Disabili
Piano Regolatore Generale
PERLA PA
Bilanci
Consorzio Punto Europa Teramo
Canale You Tube
http://www.teramo.minijob.it/
Segnalazioni illeciti  Segnalazioni ai sensi dell'articolo 54 bis, Decreto Legislativo nr.165/2001