Ti trovi in:  Home  » Teatro Romano

Teatro Romano

“Il recupero pieno e funzionale del Teatro Romano con la soluzione della spinosa vicenda dell’abbattimento dei Palazzi Adamoli e Salvoni, a tutela del valore archeologico e artistico dello stesso e in coerenza con il rilievo che esso assume nella storia della Città”. Era questa l’’assunzione di un impegno che il Sindaco Gianguido D’Alberto aveva preso in campagna elettorale, scrivendola nel proprio programma. Ora il proposito è realtà.  
Dopo la presentazione alla Giunta, il  progetto di riqualificazione funzionale del Teatro Romano è stato illustrato in Commissione Consiliare Lavori Pubblici e quindi, nel corso di un incontro espressamente convocato dallo stesso Sindaco, ai cittadini, alle associazioni di quartiere e frazioni, a coloro che in questi anni si sono direttamente interessati della vicenda.
L’architetto Bellomo, titolare dell'omonimo studio di Architettura/Ingegneria di Palermo che si è aggiudicato l'apposita gara, ha relazionato sulle linee guida della nuova idea progettuale, che si ispira alle indicazioni dell’amministrazione comunale. Sostanzialmente l'idea progettuale si rifà allo studio di fattibilità presentato nel 2010 dal professor Carbonara e al progetto approvato nel medesimo anno dal Consiglio Comunale.
In sostanza esso prevede la restituzione alla città dell’antico manufatto di epoca romana, consentendone l'utilizzo sia per una fruibilità quotidiana sia per la organizzazione di spettacoli teatrali e culturali.  Il nuovo disegno della struttura, oltre ad una serie di camminamenti e di spazi previsti per servizi e impianti, prevede l'allestimento di una quinta teatrale nell'antica cavea e la realizzazione di una platea capace di ospitare 600 spettatori. La suggestione del manufatto presentato dai professionisti siciliani, sta nel fatto che il Teatro Romano così come disegnato, prevede una riqualificazione anche delle aree adiacenti,  con la possibilità di garantire l'utilizzo delle stesse e del manufatto per l'intero arco della giornata, utilizzandolo anche come luogo per il passeggio, per lo studio e la lettura.

Ma, come annunciato dallo stesso Sindaco D’Alberto, la fase del confronto con la cittadinanza non si è esaurita. Pubblichiamo in questo spazio del sito ufficiale del Comune, il progetto dell’Arch. Bellomo e indichiamo l’indirizzo di posta elettronica al quale inviare eventuali osservazioni, contributi, suggerimenti.

Eventuali osservazioni possono essere inviate ai competenti uffici tramite il seguente indirizzo e-mail:

counter

Ricerca nel sito

Banner

Teatro Romano
Censimento permanente della popolazione 2018 - 2021
Piano di protezione civile ed emergenza comunale
Danni sisma
I.M.U. Imposta Municipale Unica
Calcolo I.U.C.
DEFINIZIONE AGEVOLATA  DELLE INGIUNZIONI DI PAGAMENTO
Elezioni amministrative 2018
Scopri i nuovi servizi online
Albo Online
S.U.A.P. - Sportello Unico per le Attività Produttive
Sportello Unico per l'Edilizia
CDU online
S.I.T. - Sistema Informativo Territoriale
Scuola Online
Polizia Municipale
Gara Te.Am.
Invia una mail al soggetto titolare dei poteri sostitutivi in caso di inerzia della P.A
Premio Teramo
Primi in trasparenza: controlla anche tu!!!
Quartiere San Giorgio e via Mario Capuani
Riferimenti fatturazione elettronica
Cambio di residenza
Servizio Fornitori
Pratiche on line
Ordinanze e Decreti Sindacali
Posta Elettronica Certificata
Comitati di quartieri e frazioni
Inventario Archivio Storico Comunale
Mobilità & Disabili
Piano Regolatore Generale
PERLA PA
Bilanci
Consorzio Punto Europa Teramo
Canale You Tube
http://www.teramo.minijob.it/
Segnalazioni illeciti  Segnalazioni ai sensi dell'articolo 54 bis, Decreto Legislativo nr.165/2001